Quali sono le professioni più ricercate dalle aziende e i relativi stipendi

Quali sono le professioni più ricercate dalle aziende e i relativi stipendi

Il mondo del lavoro è cambiato molto nel corso degli ultimi anni. Le professioni più richieste rispetto al passato hanno subito l’influenza della trasformazione digitale ed infatti, il comparto IT è quello che risulta essere maggiormente a corto di personale. Tra le professioni più retribuite, e dove ci sono maggiori posti di lavoro in Italia, vi sono soprattutto quelle che appartengono al mondo delle nuove tecnologie. Secondo la classifica stilata da Glassdoor, le imprese italiane stanno ricercando dei professionisti che siano molto specializzati e che abbiano competenze in materia digitale. Infatti, i professionisti più ricercati sotto questo aspetto sono i laureati in ingegneria elettronica e dell’informazione, ma anche specialisti delle discipline scientifiche, informatiche e i laureati in ingegneria industriale. Insomma, sono sempre più ricercate le competenze di natura digitale, in modo tale da assumere personale che sia in grado di gestire, sotto uno specifico profilo aziendale, quelle che sono le novità nel comparto IT.

I settori che necessitano di maggiori professionisti

Ci sono tantissimi profili che sono molto ricercati dalle aziende che sono legate al mondo dell’online. Tra tutti, vi è la figura di project manager ovvero una figura che si occupa di grandi progetti di natura internazionale e che cura le fasi di pianificazione, valutazione, controllo e realizzazione in modo tale da sviluppare un grandissimo evento. Tra gli altri ricercati vi sono il meccanico designer, che ha uno stipendio che si aggira intorno ai 36mila euro annui e che è un ingegnere di meccatronico o meccanico che è chiamato a lavorare nel settore digitale. Ma anche gli sviluppatori di software, i sales manager nonché gli ingegneri di sistemi software, sono molto ricercati e hanno stipendi che variano dai 50 fino a 36 mila euro annui. Altre figure molto ricercate sono quelle dell’account manager, quelle dello sviluppatore Java ma anche lo store manager. Parliamo di tutta una serie di professioni che sono legati al mondo della tecnologia digitale. E’ vero però che non sono solo queste le figure ricercate attualmente dalle aziende del BelPaese. Nel mondo del lavoro infatti, c’è carenza anche di altro personale.

Le altre figure ricercate non appartenenti al settore digitale

Tra le categorie maggiormente ricercate che non appartengono al settore digitale vi sono anche quelle di cuoco, magazziniere o consulente di bellezza. In particolare, il cuoco con uno stipendio che si aggira in media sui 37 mila euro all’anno, rappresenta ancora il nono posto nel ranking delle figure ricercate dalle principali aziende italiane. Stesso discorso per i magazzinieri con uno stipendio medio di 32 mila euro all’anno oppure il consulente di bellezza, il cui stipendio è arrivato quasi ai 34 mila euro anno e si trova al dodicesimo posto del ranking di ricerca delle principali attività di tutta Italia. A far parte di questa categoria non digitale vi è anche l’ingegnere meccanico con uno stipendio medio di 36 mila euro all’anno e l’area manager che necessita sempre di personale. La paga si aggira sui 43 mila euro all’anno. Inoltre, anche la figura del contabile, ferma al quindicesimo posto tra quelle più ricercate in tutta Italia, sfiora i 32mila euro e rappresenta ancora un problema per coloro che cercano personale.

I professionisti più ricercati attualmente dalle aziende italiane

Tra i professionisti più ricercati dalle aziende italiane ci sono in primis, quelli del settore delle tecnologie digitali. Parliamo di ingegneri di sistemi, sviluppatori di software ma anche esperti del sistema operativo del mondo dei social network. Nelle grandi città italiane, come ad esempio a Milano, le imprese cercano di avere a disposizione questi tipi particolari di professionisti che sono molto difficili da trovare. Stando anche a quanto si legge nel bollettino mensile del sistema informativo Excelsior, iniziato da Anpal e Unioncamere, c’è molta difficoltà a trovare coloro che progettano e sviluppano dei sistemi informativi. Questo dipende anche un po’ dalla struttura del sistema formativo italiano che lascia ancora poso spazio alla specializzazione nel digitale.

L’importanza della specializzazione

La specializzazione è molto importante soprattutto nel settore della trasformazione digitale. Man mano che si cresce, in termini di specializzazione, ci sarà l’opportunità di avere sempre maggiori chances qualora ci fosse la possibilità di essere assunti. Gli specialisti del tech sono sempre più richiesti perché in Italia il settore delle tecnologie ancora oggi è in espansione. Si guadagnerà di più se si avranno maggiori specializzazioni. E’ quindi evidente che, cercare di alimentare la propria formazione, sarà sicuramente molto vantaggioso per la ricerca del lavoro!

I settori professionali in cui si guadagna di più

I settori professore in cui si guadagna di più sono quelli che hanno soprattutto dei riferimenti di esperienza molto chiari e sono supportati da una grande esperienza annuale alle proprie spalle. Secondo la classifica di Glassdoor, sembrerebbe che a guadagnare di più siano i cosiddetti “General manager”. Il general manager è un esperto che ha uno stipendio da circa 86 mila euro in un anno e che insieme al Sales manager o al commercial manager, riesce a guadagnare delle cifre da capogiro. Si parla, per queste categoria, di uno stipendio che oscilla dai 70 e fino ai 52 mila euro annui come minimo. Ma anche il financial manager, sales manager, marketing manager oppure program manager hanno degli stipendi che non scendono mai al di sotto dei 50 mila euro. Un altro settore molto diffuso in tal senso, è quello delle energie alternative oppure di gestione di software e hardware, nonché l’area bio tech. Per quanto concerne invece il settore specifico del mondo ad esempio dell’alimentazione, ristorazione o bar, il reddito annuo lordo medio supera di poco i 32 mila euro. Generalmente, perciò regola bisogna investire sula propria formazione tenendo bene a mente questo rank, in modo tale da trovare come riferimento il tipo di professione che possa fare al caso vostro. In generale però lo stipendio medio annuo dipende molto da quella che è la formazione e quindi investire su se stessi, significa riuscire ad ottenere dei risultati brillanti che aiuteranno ad avere fin da subito una risposta in merito alla propria esigenza di avere uno stipendio valido ed una specifica prospettiva di crescita professionale.

menu
menu