Podcast e storytelling aziendale

Podcast e storytelling aziendale

Negli Stati Uniti sono una moda da qualche anno, e ovviamente adesso lo stanno diventando anche da noi: parliamo dei podcast, parte di un mercato che è in costante crescita. I file audio da ascoltare sono destinati a diventare un mezzo di promozione molto efficace per le PMI: il marketing digitale americano, per esempio, sembra non riuscire più a farne a meno. Così si spiega l’aumento degli investimenti di oltre il 50 per cento in questo ambito, tenendo presente che i file audio possono anche essere integrati con messaggi pubblicitari. Un numero valga per tutti a suggerire le dimensioni del trend: tra il 2016 e il 2019 gli investimenti di carattere pubblicitario che si sono basati sui podcast hanno superato l’80 per cento.

Perché scegliere i podcast

Per chi non sapesse di cosa stiamo parlando, un podcast non è altro che un file audio in formato MP3 che permette di ascoltare una registrazione vocale, la quale può contenere anche suoni di fondo o brani musicali. Tra le ragioni che hanno contribuito al successo del fenomeno merita di essere evidenziata soprattutto la possibilità di targettizzare gli ascoltatori con enorme precisione: e Spotify lo ha già compreso da tempo. La caratteristica peculiare dei podcast consiste nell’ascolto on demand: un po’ come le serie tv di Netflix, che vengono rese disponibili in un dato momento e poi possono essere viste quando si vuole. Allo stesso modo, gli utenti di un podcast sono liberi di decidere quando sintonizzarsi e se farlo con il tablet, con lo smartphone o con il computer.

I podcast nel nostro Paese

Le aziende nostrane stanno prendendo confidenza con il mondo dei podcast in modo graduale, e piano piano si stanno avvicinando alle numerose potenzialità che sono correlate alle registrazioni e all’ascolto online. Si stima che gli italiani che ascoltano i podcast siano arrivati a quota 2 milioni e 700mila, praticamente oltre il 200 per cento in più rispetto ai numeri registrati solo quattro anni fa. Quello dei podcast è uno strumento prezioso per tutti coloro che intendono sfruttare lo storytelling aziendale, tradizionale e al tempo stesso contemporaneo, classico e comunque moderno, anche dal punto di vista tecnologico. Gli imprenditori, inoltre, possono fare ricorso ai file audio per condividere informazioni, per scambiarsi pensieri o semplicemente per aggiornarsi.

I grandi marchi e la loro esperienza con i podcast

Tra i grandi brand italiani e internazionali, Eni ha deciso di avvalersi dei podcast per raccontare delle nuove forme di energia a cui si sta dedicando, mentre Chanel ha voluto svelare i dietro le quinte che si nascondono nella produzione di un capo di abbigliamento di alta moda. Il gestore di un sito web aziendale potrebbe decidere, tra l’altro, di condividere i vari file audio proprio sul sito, o magari nel blog correlato; ma la stessa cosa si può fare anche sui profili dei social network, sugli e-commerce o su iTunes. In effetti, non ci sono limiti per il download dei podcast, che possono essere scaricati da qualunque persona.

Le caratteristiche di un podcast

Spulciando qua e là tra altri brand di fama, Illi Caffè ha pensato di utilizzare i podcast per far conoscere le proprie decisioni di marketing, e Mastercard ne ha approfittato per approfondire la relazione che intercorrere tra i soldi e il modo in cui evolve il mercato. Come si può intuire, non c’è alcun limite nella scelta degli argomenti che possono essere affrontati in un podcast, che garantisce la massima versatilità e la più totale flessibilità: per esempio, è possibile spezzettarlo in più puntate, e anche la durata è variabile, da una decina di minuti a un’ora o più. Ecco, dunque, che le piccole e medie imprese potrebbero prendere spunto dalle multinazionali che hanno scelto i file audio per fare marketing digitale: è ciò che è avvenuto con Gatorade, che tramite i podcast parla di come sia possibile tramutare un insuccesso in un trionfo,  con Jack Daniel’s, che ha optato per questo canale comunicativo per rendere note le caratteristiche e le procedure della propria filiera produttiva. 

I vantaggi offerti dai podcast

La caratteristica più interessante dei podcast è che basta davvero poco per realizzarla: non è come fare un video, per il quale ci vogliono telecamere, microfoni, luci e molte altre apparecchiature ad hoc. In questo caso la strumentazione necessaria è molto più ridotta, e quindi alla portata di imprese di piccole dimensioni che non hanno la possibilità di stanziare budget troppo elevati a questo scopo. I file audio pre registrati consentono a qualsiasi azienda di perseguire una strategia di marketing efficace e di moltiplicare le probabilità di successo. Gli audio si rivelano molto più discreti dei video, e in più riescono a penetrare nella quotidianità delle persone in modo semplice e gradevole. Ovviamente i podcast possono essere ascoltati dallo smartphone, essendo mobile friendly: è sufficiente scaricarli per poi tenerli in memoria (ovviamente occupano una quantità di spazio decisamente ridotta rispetto ai video) e ascoltarli quando si vuole, mentre si fa jogging, si stira, si sta guidando, si cucina, e così via. 

I contenuti aziendali più adatti ai podcast

Attraverso un podcast, un’azienda potrebbe decidere di raccontare sé stessa e di far conoscere i propri valori. L’importante è riuscire a individuare contenuti che risultino interessanti per il target a cui ci si vuole rivolgere. Integrare la propria strategia di marketing con i podcast vuol dire assecondare le esigenze delle persone e andare incontro alle loro necessità, tenendo conto che sempre più consumatori intendono decidere in totale autonomia in che modo fruire dei contenuti informativi e quando farlo. Le imprese grazie ai podcast possono avvicinarsi ai clienti, parlando dei successi raggiunti ma anche – perché no? – dei fallimenti con cui hanno dovuto fare i conti: è chiaro che una comunicazione di questo tipo non dovrà essere asettica e troppo formale, ma avrà il compito di emozionare chi ascolta.

Una comunicazione brandizzata

Un altro modo di sfruttare i podcast da parte di una piccola impresa è quello che prevede di ricorrere a una comunicazione brandizzata vocale. Occorre tener presente che chi ascolta i podcast è un utente attivo e non passivo, a differenza di quel che accade con altri mezzi di comunicazione: egli non sta ascoltando qualcosa che è stato deciso da altri, come con la radio, ma un contenuto ben specifico che lui stesso ha scelto. Evidentemente, una comunicazione a lui mirata risulta molto più efficace, visto il livello di coinvolgimento elevato che lo caratterizza. 

menu
menu