Perché acquistare una stampante fiscale?

Perché acquistare una stampante fiscale?

Il registratore di cassa, o stampante fiscale che dir si voglia, è uno strumento immancabile nella maggior parte delle attività di vendita. Nonostante possa sembrare talvolta un “passo troppo grande”, l’acquisto di un registratore di cassa telematico snellisce, e di molto, tutte quelle operazioni che a mano richiedono l’acquisto di ricevute fiscali, la loro compilazione, senza parlare poi della trasmissione delle stesse.

L’utilità di una stampante fiscale

Considerati i nuovi regolamenti per le attività e la possibilità d’inviare le ricevute direttamente all’Agenzia delle Entrate in maniera telematica, acquistare una stampante fiscale è davvero la mossa giusta per diminuire la mole di lavoro in cose di routine, concentrandosi sul resto dell’attività.
Basta guardare la maggior parte dei locali di ristorazione, o generale vendita al dettaglio, confrontando quanti di questi abbiano un punto cassa, magari collegati ai software per ristorazione, e come il workflow – letteralmente, il flusso di lavoro – sia più scorrevole e più facile da gestire. Specie quando si ha a che fare con ritmi lavorativi particolarmente intensi, con picchi in alcuni orari, l’idea di doversi fermare e fare di volta in volta le ricevute fiscali è impensabile e, anche quando possibile, incline a moltissimi errori umani, senza poi parlare della conservazione, anche più confusionaria della compilazione.

Collegare software gestionali

Se quello che è stato detto finora non pare abbastanza, è anche vero che c’è un discorso legato alla possibilità di poter collegare la stampante a molti software automatizzati, espandendo quindi gli utilizzi dell’apparecchio ed automatizzando vari processi.
Se per le attività di vendita al dettaglio è possibile catalogare facilmente ogni oggetto in vendita con un sistema di etichette elettroniche, le quali vengono lette da uno scanner e già preparano sul computer il totale da stampare sulla ricevuta fiscale, anche le attività di ristorazione possono automatizzare questo processo, utilizzando i software di gestione per la ristorazione.
La tecnologia ha quindi permesso ai commercianti di poter etichettare agevolmente i prodotti, permettendo di scrivere il prezzo sia ai clienti, sia registrando l’etichetta nei propri sistemi, così da non doversi tenere a mente il prezzo di centinaia di prodotti, senza usare cataloghi giganti per controllare i prezzi della merce, e soprattutto senza doversi affidare a quelle minuscole etichette senza codice a barre, incline a problemi di ogni tipo, dalla scoloritura alla facile contraffazione da parte dei clienti.

Rispettare le leggi

Anche se pare scontato, installare una stampante fiscale è anche il modo migliore per esporsi in minor parte ad eventuali mancate osservanze di regole e leggi. Specialmente negli ultimi anni, la digitalizzazione della fiscalità e l’inasprimento di alcune procedure da seguire durante il rilascio delle ricevute fiscali, ha posto molti “irriducibili” della compilazione a mano, nella posizione di dover seguire l’evoluzione tecnologica e legislativa.
Nel periodo dove viviamo, infine, è indubbio che persino i nuovi clienti, nel momento dell’entrata in un locale, guardino alla stampante fiscale come un simbolo basilare di “fiducia”. Il punto cassa, quindi, è capace di comunicare sicurezza d’acquisto nei consumatori ed aiutare l’attività a lavorare in maniera più fluida e ottimizzata.

Nel caso vi siate convinti della necessità dell’acquisto di una stampante fiscale, SID Retail a Roma può vantare i migliori prodotti a catalogo.

menu
menu